fbpx

MICROBIOTA NEL NEONATO E SALUTE

E’ importante prendersi cura del microbiota intestinale del neonato perchè andrà a impattare la salute del bambino nel breve e lungo termine!

Cosa è il microbiota intestinale:

Il microbiota intestinale è l’insieme di batteri che vivono nell’apparato digerente.

Ci sono tanti lavori in letteratura che dicono che favorire lo sviluppo di un buon microbiota nel neonato è protettivo per la sua salute:

  • Nella prima infanzia dà protezione nei confronti di coliche, crosta lattea, dermatite, infezioni, asma allergica…In un prematuro, neonato molto fragile, la corretta composizione del microbiota lo protegge da sepsi neonatale, ad esempio.
  • Nell’adulto aiuta a prevenire anche condizioni patologiche come l’obesità, le MICI, diabete, malattie autoimmuni e i disordini del neurosviluppo (ex: autismo e adhd).

Perchè esiste questa correlazione?

Tra le tante funzioni di questi microrganismi che ci abitano ci sono:

  • produzione di vitamine (indispensabili per tutte le funzioni dell’organismo)
  • degradazione di fibre indigeribili (tipo quelle di verdure e di alimenti integrali) con produzione di grassi utili di cui le cellule dell’intestino sono ghiotte
  • funzione strutturale e protettiva: difendono la barriera intestinale e producono sostanze che vanno ad attivare il sistema immunitario fornendo una protezione anche dai patogeni.

Come promuovere un buon microbiota nel neonato?

I primi 1000 giorni del bimbo (9 mesi di gravidanza + 2 anni di vita nel neonato) sono cruciali.

La costituzione del microbiota del bimbo deriva da più fattori:

  • Dal microbiota della madre che sarà tramandato al neonato attraverso il parto vaginale e il latte materno (e quindi dalla composizione di quest’ultimo).
  • Dal tipo di allattamento (naturale, misto, artificiale) e la sua durata. Fino ai 2 anni di vita del bimbo, attraverso l’allattamento continua l’influsso positivo della madre sulla formazione del microbiota del neonato e quindi sullo sviluppo del sistema immunitario.
  • Lungo i primi mesi del neonato i fattori più importanti che agiscono sulla sua flora batterica sono la dieta e i farmaci, in particolare gli antibiotici.

Vediamo tutti questi punti insieme.

1.Microbiota della madre

Se il microbiota della mamma non è ottimale, al bambino passerà a sua volta una flora batterica non ottimale.

In quali casi il microbiota della mamma può essere alterato?

in chi soffre di disturbi intestinali (sibo, disbiosi, diarrea cronica ad esempio), di patologie autoimmuni, in chi ha avuto diabete gestazionale o preeclampsia, donne con asma, con problematiche della pelle, donne con obesità.

2.Parto

Durante il parto vaginale, importanti batteri della madre vengono trasferiti al bambino.

La nascita con parto cesareo può alterare l’equilibrio dei batteri nell’intestino dei neonati.

3. Allattamento

Il latte materno oltre a zuccheri, proteine e grassi contiene sostanze con attività antinfiammatorie e antiinfettive ma anche prebiotici (HMO) in grado di favorire lo sviluppo dei famosi bifidobatteri.

I bifidobatteri rappresentano il 50% della popolazione microbica del neonato e sono dunque importantissimi per il suo sviluppo.

Gli studi mostrano che l’allattamento naturale diretto è la modalità migliore per fare sviluppare la giusta quota di bifidobatteri nel bambino. Nel caso di allattamento con latte materno ma non diretto (uso del tiralatte o del biberon, ad esempio) questa quota risulta essere già ridotta.

Nel caso di allattamento misto o solo di latte artificiale i dati mostrano valori ancora più bassi di questa famiglia microbica nell’intestino del neonato.

4.Dieta nel bambino

Anche lo svezzamento contribuisce allo sviluppo di un microbiota sano nel bimbo, così come il cibo lo influenzerà nella vita adulta !

Indirizzare i bambini fin dal principio a una dieta sana: cereali integrali, verdura, frutta, pochi zuccheri semplici…è un buon punto di partenza!

Allo stesso tempo è importante anche preservarli dall’inquinamento (degli alimenti, atmosferico…) e dall’abuso di farmaci.

Le informazioni che vi ho riportato sono quelle che mostrano gli studi, tuttavia…..

è’ importante sapere che in caso di parto cesareo e/o di allattamento non naturale o non esclusivo per favorire un buono sviluppo della flora batterica del bambino si possono adottare delle azioni compensatorie!!

Tra queste, ad esempio, il contatto pelle a pelle tra bambino e mamma, oppure l’integrazione di bifidobatteri e prebiotici al latte artificiale.

Potrebbe anche interessarti…

OMEGA 3: Dove, come e perchè!

OMEGA 3: Dove, come e perchè!

In una vecchia box domande, mi avete chiesto di parlare di omega 3. Eccoci qua! Partiamo dal fatto che gli omega 3 sono acidi grassi essenziali perchè non vengono prodotti dal nostro organismo e dobbiamo necessariamente assumerli attraverso la dieta. I principali sono...

ALIMENTAZIONE per favorire il concepimento

ALIMENTAZIONE per favorire il concepimento

A breve inizierò una collaborazione su instagram in cui tratterò i temi di gravidanza e allattamento (seguitemi anche lì!), per cui mi premeva anche parlare del periodo che precede la gestazione. Più che spiegarvi un' alimentazione specifica, voglio illustrarvi quali...

LA MATTINA SEI UNO ZOMBIE?

LA MATTINA SEI UNO ZOMBIE?

Dopo i consigli su come aiutare il riposo notturno tramite l’alimentazione ecco che vi parlo su come cercare di migliorare l’attivazione mattutina!Va da sè che le due questioni sono legate: dormo peggio e la mattina mi sveglio più stanco. Dobbiamo dire però che molto...

BROWNIES PER COLAZIONE

BROWNIES PER COLAZIONE

Ancora storcete il naso quando vi dico che la colazione dovrebbe essere proteica e/o GRASSA. Ma perché dico che il primo pasto della giornata sarebbe meglio così? Ecco alcuni motivi: Sazia di più e più a lungo. Dà più energie. Non alza la glicemia. I grassi buoni...

DORMO MALE! COSA MANGIO?

DORMO MALE! COSA MANGIO?

La scorsa volta vi ho parlato delle conseguenze negative sulla salute di un sonno disturbato o peggio ancora della mancanza di sonno. Oggi vi parlo di come alcuni alimenti sono in grado di migliorare il nostro riposo notturno. Prima di tutto faccio una premessa su...

Perchè non dormire ci fa ammalare?

Perchè non dormire ci fa ammalare?

Riparto con gli approfondimenti finalmente cominciando dall’importanza del sonno. Durante il primo lock down tantissime persone hanno sofferto di insonnia e io per la prima volta nella mia vita ho sperimentato questa condizione. Abbiamo quindi visto e toccato con mano...

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

E’ strumento bistrattato quando si è studenti, ma diventa un alleato fondamentale quando vogliamo imparare a muoverci bene in cucina e soprattutto a ridurre gli sprechi. Ma come funziona e come va organizzato? Qualche consiglio: - Non caricarlo troppo - Tenere i...

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE O VISCERALE Mi è stato chiesto di parlare di questo argomento ed effettivamente lo trovo di primaria importanza perchè spesso mi risulta difficile fare capire alcuni concetti ai pazienti senza usare termini incomprensibili . Ci provo oggi che ho più...