fbpx

DORMO MALE! COSA MANGIO?

Scritto da Alessandra Grifoni

On 09/07/2021

La scorsa volta vi ho parlato delle conseguenze negative sulla salute di un sonno disturbato o peggio ancora della mancanza di sonno. Oggi vi parlo di come alcuni alimenti sono in grado di migliorare il nostro riposo notturno.

Prima di tutto faccio una premessa su cosa deve essere preso in considerazione come causa del sonno disturbato e quindi subito risolto.Una delle prime cose a cui pensare è la quantità di cibo che mangiamo la sera e l’orario in cui mangiamo. Se mangiamo troppo o troppo tardi, il nostro corpo sarà occupato a digerire e quindi a fare qualcosa che non dovrebbe fare in quelle ore e quindi non riuscirà a farne altre…che dovrebbe fare!

Molte volte quando non si ha fame la mattina è perchè si mangia troppo la sera. Quindi se la mattina avete la nausea e lo stomaco chiuso e magari vi siete svegliati più volte durante la notte, forse state sbagliando qualcosa…

Il secondo aspetto da considerare prima di ricorrere a rimedi e sonniferi, è il consumo giornaliero di bevande energetiche! Vi sembrerà banale, ma in tanti non ci pensate. Il consumo che fate di tè, caffè, guaranà, ginseng, cioccolato…. potrebbe essere troppo per voi. Provate prima a toglierli nel pomeriggio se non basta a ridurli drasticamente.

Ma non solo…. quando facciamo fatica ad addormentarci, fare attività fisica in ore serali ci può attivare troppo, ovvero può lasciare il sistema nervoso simpatico in allerta. Questo è un tasto dolente, lo so!Si parla di attività come sport da combattimento, crossfit, corsa….la sera è possibile inserire attività più rilassanti come le camminate o lo yoga. Lo stretching un’ora prima di andare a letto può anche aiutare ad abbassare i livelli di cortisolo serale.

COSA MANGIO?

Se vogliamo ridurre i tempi di addormentamento e migliorare la qualità del sonno, i consigli che vi lascio sono questi:

1.(il più importante!!!) Inserire carboidrati a cena. Quali? preferiamo quelli ad elevato contenuto di fibra: avena o riso integrale, patate americane, castagne cotte e legumi,ad esempio.

2. Evitare le proteine infiammatorie (latticini e glutine) e i cibi processati.

3. Introdurre cibi che riducono la produzione di cortisolo come: rape, basilico, sedano, cacao, noci, fagioli azuki, mandorle, patate americane, limoni, cavoli, rucola e altre crucifere.

4. Integrare alimenti ricchi di magnesio, zinco e potassio come frutti di mare, spinaci, semi di zucca, fagiolini, albicocche.

5. Fare uso di infusi e tisane ad azione sedativa e rilassante come melissa, passiflora, magnolia e biancospino.

Siete ancora sicuri che una pasta al pesto non sia indicata la sera?

Il vostro problema è pure la stanchezza mattutina che neanche 3 caffè vi fanno svegliare? ne parliamo la prossima volta, dopo le vacanze!

Di Alessandra Grifoni

Cresciuta in una famiglia molto attenta alla qualità del cibo e al benessere fisico, da sempre coltivo un interesse per la nutrizione. Il concetto di prevenzione e l’importanza di preservare la propria salute sono diventati da subito pilastri del mio modo di vivere. Ad oggi sono iscritta all’albo professionale dei Biologi e lavoro come Biologa nutrizionista a Firenze, in qualità di libero professionista.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe anche interessarti…

Perchè non dormire ci fa ammalare?

Perchè non dormire ci fa ammalare?

Riparto con gli approfondimenti finalmente cominciando dall’importanza del sonno. Durante il primo lock down tantissime persone hanno sofferto di insonnia e io per la prima volta nella mia vita ho sperimentato questa condizione. Abbiamo quindi visto e toccato con mano...

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

E’ strumento bistrattato quando si è studenti, ma diventa un alleato fondamentale quando vogliamo imparare a muoverci bene in cucina e soprattutto a ridurre gli sprechi. Ma come funziona e come va organizzato? Qualche consiglio: - Non caricarlo troppo - Tenere i...

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE O VISCERALE Mi è stato chiesto di parlare di questo argomento ed effettivamente lo trovo di primaria importanza perchè spesso mi risulta difficile fare capire alcuni concetti ai pazienti senza usare termini incomprensibili . Ci provo oggi che ho più...

Sazietà e controllo della fame

Sazietà e controllo della fame

Il nostro corpo possiede dei meccanismi molto raffinati e complessi per mantenersi in equilibrio e lo stesso vale anche per il mantenimento del peso corporeo......A volte diventa davvero difficile perdere peso (Vero?) e questo dipende proprio dalla capacità del nostro...

MACCHERONCINI AL CAVOLFIORE

MACCHERONCINI AL CAVOLFIORE

Cadono le foglie e i super mercati si riempiono di cavoli... Ecco una ricetta semplice con il cavolfiore per un primo saziante e poco noioso, adatta anche a chi segue un regime alimentare specifico. Per chi non può mangiare glutine: la pasta può essere sostituita con...

Sport e difese immunitarie

Sport e difese immunitarie

Lo sport può aiutarci a migliorare la la risposta immunitaria nei confronti di agenti patogeni? La risposta è sì! e questo lo vediamo dal fatto che molte persone dopo che iniziano ad allenarsi regolarmente si ammalano molto meno. Perchè allora anche gli sportivi...