fbpx

FIBROMIALGIA e DIETA – Cosa sappiamo oggi?

Scritto da Alessandra Grifoni

On 02/04/2020

La fibromialgia è una condizione patologica complessa e ancora poco definita, in cui l’infiammazione coinvolge tutto l’organismo a partire da muscoli, articolazioni e sistema nervoso.

Fanno parte del corredo dei sintomi della fibromialgia disturbi sfumati e aspecifici, come stanchezza psicofisica, alterazioni dell’umore, insonnia, rigidità muscolare e dolori muscolo-scheletrici che possono peggiorare anche significativamente la qualità della vita.

👉Spesso le persone con questa condizione presentano anche sintomi intestinali molto fastidiosi che solitamente vengono associati a colon irritabile (gonfiore, flautulenza, dolore addominale…).

La fibromialgia, secondo i dati disponibili, in Italia colpisce più di un milione e mezzo di persone! Tuttavia, al momento non esistono nè esami di precisione per la diagnosi nè protocolli terapeutici che diano certezza di esito positivo, in quanto le risposte terapeutiche variano molto da soggetto a soggetto.

👉I dati finora raccolti ci suggeriscono che un forte stress cronico possa slatentizzare la patologia e che, molto spesso, è correlata a patologie autoimmuni come Hashimoto, artrite e endometriosi.

Inoltre…. studi recenti sembrano aver evidenziato un nesso fra l’eccesso di zucchero nel sangue e il dolore avvertito! E qui tornano sempre in primo piano gli zuccheri…😔

Per quanto riguarda la dieta, molte persone rispondono bene al protocollo autoimmune, con esclusione completa di glutine, latticini, legumi, oltre ad una totale eliminazione totale di prodotti conservati con attenzione al reintegro di carenze vitaminiche (spesso riscontrate in questi individui).

Aspettando quindi nuovi dati a riguardo, un valido tentativo per abbassare il tenore dei sintomi invalidanti in presenza di tale condizione, può essere ridurre fortemente zuccheri, glutine e latticini…Non vi suona una novità vero?🤔

Di Alessandra Grifoni

Cresciuta in una famiglia molto attenta alla qualità del cibo e al benessere fisico, da sempre coltivo un interesse per la nutrizione. Il concetto di prevenzione e l’importanza di preservare la propria salute sono diventati da subito pilastri del mio modo di vivere. Ad oggi sono iscritta all’albo professionale dei Biologi e lavoro come Biologa nutrizionista a Firenze, in qualità di libero professionista.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe anche interessarti…

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

E’ strumento bistrattato quando si è studenti, ma diventa un alleato fondamentale quando vogliamo imparare a muoverci bene in cucina e soprattutto a ridurre gli sprechi. Ma come funziona e come va organizzato? Qualche consiglio: - Non caricarlo troppo - Tenere i...

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE O VISCERALE Mi è stato chiesto di parlare di questo argomento ed effettivamente lo trovo di primaria importanza perchè spesso mi risulta difficile fare capire alcuni concetti ai pazienti senza usare termini incomprensibili . Ci provo oggi che ho più...

Sazietà e controllo della fame

Sazietà e controllo della fame

Il nostro corpo possiede dei meccanismi molto raffinati e complessi per mantenersi in equilibrio e lo stesso vale anche per il mantenimento del peso corporeo......A volte diventa davvero difficile perdere peso (Vero?) e questo dipende proprio dalla capacità del nostro...

MACCHERONCINI AL CAVOLFIORE

MACCHERONCINI AL CAVOLFIORE

Cadono le foglie e i super mercati si riempiono di cavoli... Ecco una ricetta semplice con il cavolfiore per un primo saziante e poco noioso, adatta anche a chi segue un regime alimentare specifico. Per chi non può mangiare glutine: la pasta può essere sostituita con...

Sport e difese immunitarie

Sport e difese immunitarie

Lo sport può aiutarci a migliorare la la risposta immunitaria nei confronti di agenti patogeni? La risposta è sì! e questo lo vediamo dal fatto che molte persone dopo che iniziano ad allenarsi regolarmente si ammalano molto meno. Perchè allora anche gli sportivi...