fbpx

RIEDUCARE AL SENSO DI SAZIETA’

Scritto da Alessandra Grifoni

On 03/01/2021

Riprendo oggi il discorso sui segnali di sazietà di cui parlavo prima delle feste, perchè è un argomento che capita a “fagiolo” come si suol dire.

Nonostante la limitazione negli spostamenti, abbiamo ricevuto e comprato dolci, ci siamo concessi pasti più abbondanti con più portate “come da tradizione”. Potrebbe essere successo che i nostri centri della sazietà abbiano perso un po’ la bussola. Insomma, è il classico momento in ci rendiamo conto che “ci si è allargato lo stomaco”.

Cosa possiamo fare di pratico per tornare dove eravamo prima?

La prima cosa da fare è togliere di mezzo i dolci, tutti, anche i biscotti!!Uno dei principali responsabili del senso di fame, infatti, è l’insulina, ormone che viene prodotto in risposta all’aumento della glicemia. Cosa ci fa aumentare maggiormente la glicemia? i dolci ovviamente! In quanto contengono zuccheri e farine raffinate.

Sono sicura che molti non resistono alla vista di avanzi di dolci che ci troviamo ancora in casa…per cui liberiamocene e non compriamo dolciumi per qualche settimana (per chi ha bambini si dovrà aspettare dopo la befana).

Per resettare i segnali che ci fanno venire fame non basta togliere i dolci, ma dobbiamo ridurre anche l’impatto che i PASTI hanno sulla glicemia! ormai sappiamo che anche le grosse e frequenti porzioni di carboidrati nella giornata (pasta e pane!) contribuiscono a picchi glicemici e insulinici.

Ridurre l’impatto dei pasti sulla glicemia vuol dire:

– diminuire la quantità di pane, pasta, riso ed evitarne le versioni bianche / raffinate le quali hanno un impatto molto maggiore sulla glicemia

– preferire pasti a base di carne, pesce, uova, legumi

– aggiungere fonti di grassi come olio di oliva, frutta secca e semi che aiutano a frenare i tempi di digestione

– e soprattutto inserire sempre le verdure la cui fibra aiuta a riempire e distendere le pareti dello stomaco in poco tempo, facendoci credere che abbiamo mangiato tanto! Le fibre inoltre rallentano la digestione rendendo l’assorbimento degli zuccheri più lento. Anche la frutta ci apporta fibre e può aiutarci a dare un segnale di chiusura del pasto, ma dato il suo contenuto zuccherino andrà inserita non più di 2 volte al giorno e le sue quantità dovranno essere contenute.

Questi accorgimenti sono indispensabili anche per aumentare la sazietà del pasto nell’immediato; sarà più facile fermarsi perchè ci sentiamo pieni. Lo stesso effetto può essere generato avendo l’accortezza di inserire alimenti molto idratati o liquidi al pasto, come ad esempio una zuppa o semplicemente qualche bicchiere di acqua in più. Gli alimenti poveri di acqua hanno indice di sazietà basso: biscotti, prodotti da forno, crackers, formaggi stagionati, insaccati….

ATTENZIONE QUINDI! Il messaggio è che NON contano solo le CALORIE degli alimenti o del pasto!!

Possiamo fare pasti isocalorici ma con un effetto su sazietà e glicemia completamente diversi!

Di Alessandra Grifoni

Cresciuta in una famiglia molto attenta alla qualità del cibo e al benessere fisico, da sempre coltivo un interesse per la nutrizione. Il concetto di prevenzione e l’importanza di preservare la propria salute sono diventati da subito pilastri del mio modo di vivere. Ad oggi sono iscritta all’albo professionale dei Biologi e lavoro come Biologa nutrizionista a Firenze, in qualità di libero professionista.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe anche interessarti…

DORMO MALE! COSA MANGIO?

DORMO MALE! COSA MANGIO?

La scorsa volta vi ho parlato delle conseguenze negative sulla salute di un sonno disturbato o peggio ancora della mancanza di sonno. Oggi vi parlo di come alcuni alimenti sono in grado di migliorare il nostro riposo notturno. Prima di tutto faccio una premessa su...

Perchè non dormire ci fa ammalare?

Perchè non dormire ci fa ammalare?

Riparto con gli approfondimenti finalmente cominciando dall’importanza del sonno. Durante il primo lock down tantissime persone hanno sofferto di insonnia e io per la prima volta nella mia vita ho sperimentato questa condizione. Abbiamo quindi visto e toccato con mano...

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

FRIGORIFERO – Istruzioni per l’uso

E’ strumento bistrattato quando si è studenti, ma diventa un alleato fondamentale quando vogliamo imparare a muoverci bene in cucina e soprattutto a ridurre gli sprechi. Ma come funziona e come va organizzato? Qualche consiglio: - Non caricarlo troppo - Tenere i...

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE

GRASSO ADDOMINALE O VISCERALE Mi è stato chiesto di parlare di questo argomento ed effettivamente lo trovo di primaria importanza perchè spesso mi risulta difficile fare capire alcuni concetti ai pazienti senza usare termini incomprensibili . Ci provo oggi che ho più...

Sazietà e controllo della fame

Sazietà e controllo della fame

Il nostro corpo possiede dei meccanismi molto raffinati e complessi per mantenersi in equilibrio e lo stesso vale anche per il mantenimento del peso corporeo......A volte diventa davvero difficile perdere peso (Vero?) e questo dipende proprio dalla capacità del nostro...

MACCHERONCINI AL CAVOLFIORE

MACCHERONCINI AL CAVOLFIORE

Cadono le foglie e i super mercati si riempiono di cavoli... Ecco una ricetta semplice con il cavolfiore per un primo saziante e poco noioso, adatta anche a chi segue un regime alimentare specifico. Per chi non può mangiare glutine: la pasta può essere sostituita con...

Sport e difese immunitarie

Sport e difese immunitarie

Lo sport può aiutarci a migliorare la la risposta immunitaria nei confronti di agenti patogeni? La risposta è sì! e questo lo vediamo dal fatto che molte persone dopo che iniziano ad allenarsi regolarmente si ammalano molto meno. Perchè allora anche gli sportivi...